Tutti i bus portano all’Outlet!

Pronti per i saldi? In Lombardia si parte il 4 gennaio!

Se Milano non vi basta, vicino alla nostra bella cittá ci sono ben 5 dei 10 migliori outlet village d’Italia secondo Fashionblog. Centinaia di negozi, uno accanto all’altro, marchi per tutte le tasche a prezzi scontati tutto l’anno, e da gennaio ancora di piú.

Gli outlet si raggiungono comodamente in auto. Se, peró, non avete la patente o non volete guidare per ore nel traffico dopo la maratona di shopping, molti centri vi offrono un comodo servizio navetta da Milano.
Insomma, meno stress per voi e una mano in piú all’ambiente.
20140102-192629.jpg

Assolutamente chic l’autobus del Fidenza Village, che con 10€ vi accompagnerá nel parmense per fare shopping e poi vi riporterá in cittá piú felici e carichi di pacchetti.

Zani Viaggi collabora con 3 meravigliosi outlet per portarvi, a 20€ a/r, da Cairoli a ovunque preferiate: Serravalle Designer Outlet in provincia di Alessandria, Vicolungo Outlets nel novarese e addirittura oltreconfine, a Mendrisio, per raggiungere il Foxtown.

I biglietti si possono acquistare online, quelli di Zani Viaggi anche direttamente a bordo. Le corse sono giornaliere, per il Serravalle sono previste ben due partenze al giorno. Spesso sono presenti sconti per ragazzi e bambini.
Insomma, un’idea in piú per uno shopping piú tranquillo e piú green!

PS Piú complicato, ma non impossibile, raggiungere senza macchina il Mantova Fashion District e il Franciacorta Outlet Village: si dovrebbe prendere il treno fino alla cittá piú vicina e da qui servirsi dei mezzi pubblici locali.

20140102-201123.jpg

Annunci

Notte bianca a Milano!

Shopping sotto le stelle!!!

In Corso Buenos Aires il 10 luglio tutti a caccia dell’affare del secolo con negozi e bar aperti fino all’una di notte!

Tra saldi, aperitivi e un buon gelato, si porrà fare shopping con calma, sperando nel bel freschetto di queste ultime serate milanesi.

image

Sempre il 10, negozi aperti anche in zona Duomo, tra piazza Diaz e corso Vittorio Emanule.

E se avete già impegni?
Non preoccuparevi! Si replica anche la prossima settimana, il 17 luglio.

Shopping? No limits!
Ma senza dimenticare i miei buoni consigli!

Saldi consigli

Sconti al via da oggi in Lombardia, mai arrivare impreparati! O il nostro portafoglio, che giá piange, si dissanguerá inutilmente!

Ecco le regole dei saldi di una bravissima stylist e personal shopper, Daniela che vi ripropongo perché mi sembrano assolutamente perfette!

20130706-212936.jpg
Regola N.1: non arrivate impreparate. E quindi fate un giro di perlustrazione nei giorni precedenti ai saldi, segnatevi i capi che vi interessano e i relativi prezzi senza sconto (vi serviranno per controllare che i saldi siano reali, ci sono commercianti che di questi tempi fanno un po’ i furbi), entrate in camerino e provateli, così quando tornerete potrete afferrare il capo e andare dritte alla cassa.

Regola N.2 : fate una lista. Controllate nell’armadio cosa vi serve effettivamente e per prima cosa comprate i capi che vi mancano. (Quei sandali rossi tacco 12 saranno stati anche un affare, ma non se eravate uscite di casa in cerca di stivali!)

Regola N.3 : scegliete solo capi che vi stanno bene e che si abbinano a quello che già avete. Anche se a metà prezzo, un vestito della taglia sbagliata non vi starà mai bene, inutile comprarlo pensando ai miracoli di un sarto o di una dieta: resterà ad ammuffire nell’armadio. E comprare un capo scontato per poi dover scegliere qualcos’altro da abbinarci non è un gran risparmio!

Regola N.4 : non portare a casa nulla che non avreste comprato anche a prezzo pieno. Ovvero: se un capo vi sembrava orribile quando costava 180,00 euro, perché a 50,00 euro vi sembra improvvisamente irresistibile? Sarà anche super scontato, sarà anche un affare… ma se il colore vi regala un colorito grigio-verde, o la fantasia macro vi aumenta di due taglie… lasciatelo lì! Se non vi piaceva prima un motivo ci sarà…

20130706-213045.jpg
Regola N.5 : controllate bene il capo dentro e fuori. Quindi che le cuciture, gli orli e le asole siano di buona fattura, che ci siano entrambe le etichette interne (quella del marchio, della composizione e della manutenzione), che non ci siano macchie, fili tirati o difetti nel tessuto.

Regola N.6: conservate lo scontrino e informatevi del tempo a disposizione per un eventuale cambio. Alcuni commercianti tendono a dire che la merce in saldo non può essere cambiata, ma non è così. Idem per i pagamenti con la carta di credito, non è vero che non si possono fare quando ci sono in corso vendite promozionali o sconti.

Regola N.7 : approfittate dei saldi per comprare qualcuno dei capi must del guardaroba. Questa più che una regola è un consiglio, in realtà. Se da tempo desiderate un dolcevita nero di cashmere, un trench, un cappotto di qualità, una camicia di cotone bianca dalle finiture perfette… approfittate dell’occasione, se avete la fortuna di trovare qualcosa del genere in saldo nella vostra taglia!
Vi ricordo che in saldo vanno solo le collezioni stagionali e non quelle continuative, quindi principalmente capi che a breve potrebbero passare di moda e diventare importabili.

Regola N.8 : vestirsi per svestirsi. Ovvero scegliete di indossare qualcosa di semplice, che possa essere tolto e reindossato facilmente. Ricordate che potreste dover provare molti capi velocemente (durante i saldi le code ai camerini sono lunghe e… minacciose!) in stanzini spesso microscopici.
D’obbligo la giusta biancheria intima invisibile e scarpe con un po’ di tacco (se doveste trovare il vestito dei vostri sogni come potreste vedervelo bene addosso se ai piedi avete un paio di sneaker col calzino di cotone alla caviglia?).

Soddisfatti?!? Qui altri piccoli accorgimenti, e ora… é tempo di cominciare!

20130706-213840.jpg

Libri: utili e… scontati!

Weekend piovoso?!? Passiamolo in libreria!
E non solo a Milano.

Fino al 27 maggio ci aspetta la festa del libro, con tutti i libri scontati del 20% in tutta Italia.

image

Che sia il nostro libro sotto l’ombrellone, una guida turistica, un grande classico o un libro di ricette, il risparmio è garantito!

All’iniziativa partecipano sicuramente le grandi catene come Mondadori e Feltrinelli, anche online, ma per essere più precisi, ecco qui l’elenco degli editori aderenti.

Dopo tanti post sui saldi della moda, è tempo di pensare a ciò che conta davvero: la nostra mente.
E senza svuotare le nostre tasche!

Con i saldi ai piedi

Questa volta tocca a Bata farci risparmiare un po’: fino al 26 maggio i negozi propongono sconti del 30% sulla collezione primaverile!

20130515-153341.jpg
Sbirciando nei ben due store di Buenos Aires, ho visto che anche gli accessori sono in saldo e sulle giacche si arriva a pagare fino al 50% in meno.

Se vi piacciono queste produzioni, nel milanese c’é un Bata outlet, raggiungibile con i mezzi, dove si trovano le scorse collezioni a prezzi ribassati.
Perché non farci un salto? Col tacco 15, ovviamente!

20130515-153133.jpg

Mid season sales! Il risparmio é fashion.

Dal cuore multikulti e pop di Milano, corso Buenos Aires, alcune info preziosissime per rifarsi il guardaroba senza rinunciare a nulla!
Sono i saldi di mezza stagione, ottima occasione per le fashion addicted e geniale rimedio contro il calo delle vendite per i negozianti!

Cominciamo con i ben due stores H&M lungo il corso: prezzi ribassati su alcuni capi della nuova collezione, dall’abbigliamento agli accessori. Vale sicuramente la pena dare un’occhiata!
Nei negozi della famosa catena troverete anche un’altro tipo di promozione davvero interssante di cui vi parleró in un altro post!

Ovs propone il “tutto a…” con prezzi che variano dai 5 ai 40€. Certi capi scontati fanno un po’ paura, ma magari, spulciando, qualcosa si trova.
In piú, questa settimana ogni due capi acquistati, il terzo lo si paga 1 euro. Attenzione, però! L’offerta per oggi era valida solo sull’intimo, domani bambino, venerdí accessori, donna martedí e sabato, uomo giovedí e domenica.

Per le adolescenti o presunte tali, Tally Weijl manda tutte a caccia di conigli: i vestiti con bunny si pagano 10€ in meno. Anche Pimkie non scherza! Se la vostra passione é la Francia, Camaieu vi offre capi della new collection a prezzi speciali, mentre Promod ripropone a minor prezzo vestiti e accessori della scorsa stagione. Troverete qualcosina anche da Zara, ma fate in fretta: il meglio sparisce in fretta!

E per i maschietti? Celio offre sconti fino al 50% sui pantaloni.

Dare un’occhiata, comunque, non costa nulla!

Di che saldo sei?

Eccoli, pronti a farsi conquistare: i capi scontati che saranno nostri domani!

20130104-211351.jpg
1. Finalmente sei mio! è l’articolo che abbiamo tanto corteggiato, vezzeggiato e ammirato nei mesi precedenti e che ci possiamo permettere solo ora che è in saldo. E pazienza se lo sconto è solo di un euro. E’ comunque un risparmio.

2. Mi stai malissimo, ma sei troppo bello! Eppoi se mi piego un po’ più a sinistra e cammino su una gamba sola, sei perfetto! E’ il classico capo che finiamo per comprare, nonostante sia evidente che non ci doni affatto e probabilmente non metteremo mai. Eppure è tanto di moda! Oppure no, è scolorito, rattrappito, o ci fa il sederone a mongolfiera, ma a noi piace lo stesso. In più, costa solo un euro! Domandiamoci perchè…

3. All’improvviso uno sconosciuto, altrimenti detto e tu chi sei?!? Frequentiamo quel negozio quasi ogni giorno, ma lui non l’abbiamo proprio mai visto. Generalmente quell’articolo non c’entra nulla con tutto il resto, è di un colore indefinibile, e, a giudicare dalle pieghe impresse a fuoco sul tessuto, non deve aver lasciato il magazzino nel quale era relegato per anni. Osservarlo da vicino, annusarlo, girarci attorno, ma MAI, in nessun caso, toccarlo. Potrebbe mordervi.

4. Ma non ti avevano bruciato l’anno scorso? E’ il classico capo why?, orribile, sbagliato fin dalla sua creazione e che ogni anno viene tirato fuori dal magazzino nella speranza che qualcuno alla fine lo acquisti. E si finiscano una volta per tutte le scorte. Si distingue dal pezzo “e tu chi sei?” per la costanza con cui viene esposto ogni sngola stagione di saldi. Probabilmente si cerca di prendere i clienti per sfinimento. Ma si fallisce sempre.