Asia, Africa e America Latina, Milano in festival

Pronti all’invasione piú pacifica e stimolante dell’anno? Asia, Africa e America Latina dal 6 al 12 maggio arrivano nei cinema di Milano, in un tripudio di colori, pellicole e… spezie!

Ritorna in cittá il Festival del Cinema africano, d’Asia e America Latina, l’unico in Italia dedicato interamente alla cinematografia e alla cultura di questi tre intriganti continenti. Oltre 30 le nazioni rappresentate, circa 50 i film e i video proiettati.
Documentari, reportage, commedie o pellicole drammatiche, i film vincitori dell’Orso d’Oro e del Sundance Festival: il programma é veramente ricco e variegato.

20140504-223953.jpg
Alle proiezioni saranno presenti i registi e alla fine si dará il via ad appassionanti dibattiti.

Certo non mancheranno occasioni per degustare cibi esotici e raffinati: dagli aperitivi al Festival Center al Casello Ovest di Porta Venezia, alle proposte di una delle sezioni parallele della kermesse, Films that Feed, legata a Expo 2015.

I costi? Piuttosto abbordabili: 6 euro la singola proiezione, 30 l’abbonamento a tutti gli spettacoli, anche se sono previste riduzioni e, solo per poco, pure lo sconto di groupon.

Ecco, infine, le locations:
– Auditorium San Fedele, via Hoepli 3/B (MM1 Duomo)
– Spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto 2 (MM1 Porta Venezia)
– Cinema Beltrade, Via Nino Oxilia 10 (MM1 Pasteur)
– Teatro Rosetum, via Pisanello 1 (MM1 Gambara)

Buona visione a tutti!

Africa, Asia and Latin America are coming to town!
Join the one&only Film Festival dedicated to theese three continent from the 6th to the 12th of May. Choose your favourite movies (original language + italian subtitles) check the program and don’t miss the opportunity to travel around the world, sitting in a cinema.
(Here a special discount for you).

Annunci

SguardiAltrove2014: il Mediterraneo al cinema

Crisi e rinascita, Mediterraneo alla riscossa!
Le tumultuose vicende di Spagna, Italia, Grecia e Portogallo raccontate attraverso lo sguardo tutto al femminile di registe straordinarie fino al 23 marzo allo Sguardi Altrove Film Festival.

Tre le sezioni competitive – lungometraggi internazionali, documentari internazionali, corti/medi italiani – aperte solo a registe per offrirci un punto di vista diverso sugli eventi piú recenti della nostra storia e permettere alle donne di avere maggiore visibilitá in un settore, come quello del cinema, ancora appannaggio dei maschietti.

20140312-172104.jpg
Non solo sfide. Il festival prevede anche sezioni non competitive, aperte a registi di ambo i sessi, workshop e seminari, mostre fotografiche, installazioni ed eventi culturali. Di tutto, per tutti i gusti, insomma!

La Triennale (bus 61), Spazio Oberdan (MM1 Porta Venezia), Fabbrica del Vapore (bus 37) e Cinema Beltrade (MM1 Pasteur) gli spazi dedicati al Film Festival giunto quest’anno alla sua XXI edizione. Per essere sempre aggiornati, meglio tenere d’occhio la pagina facebook dell’evento e studiarsi con cura il programma per scegliere quello che piú ci piace.

I prezzi per le proiezioni variano dai 3,50€ per quelle pomeridiane ai 5,50€ per quelle serali. E con Groupon ci sono sconti sugli abbonamenti per una o due persone (da 25 a 18€ e da 50 a 30€) dal 13 al 23 marzo. Non male!

Ora sta a noi scoprire i mille volti del Mediterraneo, standocene comodamente seduti in un cinema, a Milano.

Mediterranean crisis and rebirth through a different point of view: movies, videos and documentaries made by women at SguardiAltroveFilmFestival.
Don’t miss also workshops, seminars, photography exhibitions and installations: here there are the program and some reductions to enjoy culture in Milan, without spending to much.

Palestra #2: le Info Giuste

Dopo il cuore, si deve ascoltare anche il portafogli, purtroppo!!!

Abbiamo già scelto la nostra palestra preferita, ma resta sempre troppo cara. Non scoraggiamoci!
A Milano c’è molta concorrenza e con la crisi il giro di affari è diminuito: i gestori ci verranno incontro più facilmente con offerte e sconti.

Il primo passo? Informarsi bene.

20140116-124730.jpg
1. Diamo un’occhiata ai siti di offerte come Groupon, Poinx, Groupalia e simili: si possono trovare sconti per qualche mese, qualche ingresso o qualche lezione di prova.
ATTENZIONE: dal prezzo in offerta potrebbero essere escluse quota d’iscrizione e assicurazione (obbligatorie), e forse dovremo procurarci un certificato medico (se fatto dal dottore della palestra il prezzo si aggira intorno ai 40€). E’ poi previsto l’obbligo di continuare a frequentare il corso o la palestra? E a che prezzo?
Quindi facciamoci un giro della struttura di cui abbiamo visto l’offerta e chiediamo spiegazioni prima di acquistare l’eventuale coupon.

2. Le sedi più piccole delle palestre high cost generalmente costano meno. Offrono gli stessi servizi delle altre, ma potrebbero avere orari un po’ meno vantaggiosi. E’ il caso, ad esempio, della HC Ladies Only o della GetFit Express. Quando la sede scelta è chiusa, però, si ha la possibilità di frequentare una o tutte le altre della catena in città, magari con un piccolo sovrapprezzo.

3. In particolari periodi dell’anno ci sono più offerte e sconti: dopo le abbuffate di Natale o d’estate.

4. Occhio alle super offerte di alcune palestre: spesso sono solo specchietti per le allodole, servono a farci venire nella struttura per poi venderci pacchetti a prezzi ben diversi da quelli per cui siamo venuti
Promozioni incredibili tipo “1€ al mese“, ad esempio, ci permetteranno l’accesso in palestra solo a orari ristretti e quasi impossibili.

5. Diventiamo amici della palestra che vogliamo tenere sott’occhio: via Facebook, Twitter, Pinterest & Co. vengono pubblicate anche le offerte in corso. Così è più comodo, no?

6. Quando andiamo di persona nella palestra per contrattare, lasciamo sempre i nostri recapiti, cellulare e email. Può capitare che la trattativa non vada a buon fine, perchè il prezzo proposto rimanga per noi troppo alto. Lasciando i nostri dati, nella maggior parte dei casi continueremo a ricevere dalla struttura offerte e sconti veri (non come quelli del punto 4).
A volte queste promozioni ci “persegitano” anche per un paio di anni, quindi può far sempre comodo.

Fondamentale comunque resta la trattativa con il promoter o il proprietario della palestra. Anche perchè, se ci facciamo caso, via web è praticamente impossibile trovare o capire i prezzi degli abbonamenti. E questo merita un post a parte.

Africa, Asia e America Latina: il cinema a Milano

Appassionati di cinema e altri mondi?

Save the date! A Milano dal 4 al 10 maggio l’imperdibile appuntamento per chi ama conoscere ed esplorale le culture del sud del mondo anche attraverso film, video e documentari: il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina. Oltre 50 le nazioni rappresentate, circa 80 tra film e video proiettati per un evento unico in Italia!

20130429-125429.jpg
Una settimana di visioni, incontri e workshop all’insegna del multikulti e della creativitá in dieci spazi sparsi per la cittá: dallo spazio Oberdan in porta Venezia, alla libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte, passando per il cinema Arcobaleno di viale Tunisia e la Triennale di Milano.

Il biglietto per ogni singola proiezione costa 6€, l’abbonamento a tutti gli spettacoli 30€ (ridotto 24€). Su Groupon ci sono ottimi sconti sugli abbonamenti (due interi a 25€ in totale), ma si deve fare in fretta: l’offerta é limitata!

Buona visione, anzi, buon viaggio a tutti!

All that Blue: Le Dolls al Note

Maramao perché sei morto?
Pane e vin non ti mancavan,
L’insalata era nell’orto
E una casa avevi tu…

Serata decisamente retró ieri al mitico Blue Note, il tempio del jazz internazionale di Milano. Gli anni Trenta e Quaranta sono resuscitati nelle voci delle bravissime Blue Dolls che, con il loro allegro e popolarissimo repertorio swing, hanno strizzato l’occhio anche agli anni ’50 e ’60.

20130313-114911.jpg
Ammetto che le premesse non fossero delle migliori. Musica d’altri tempi, un gruppo esaltato da Arbore e finito piú volte sulla Rai, che si rifa ad un Trio Lescano di cui ho sentito parlare solo mia nonna. Come minimo mi aspettavo un pubblico di matusa in attesa di emozioni ormai dimenticate e preoccupati per l’eventuale tenuta del peace maker.

Invece sul morbido velluto blu del locale erano presenti trentenni stupende, tacco 15 e chiodo borchiato, uomini ben curati e, tra la folla, una curiosa ragazzina che ascoltava tutta rapita con un berrettino di lana nera in testa e occhialoni piú grandi di lei.
Del resto giovanissime sono pure le tre cantanti, ieri sera in un abitino rosso a pois bianchi, corto al ginocchio.

Insomma, anche questo un concerto da tutto esaurito per il locale.
Sará che lo sconto di 10€ sul biglietto, offerto da Groupon, abbia contribuito? A 25€ probabilmente ci non sarei mai andata. E mi sarei persa uno spettacolo stupendo.

20130313-114407.jpg