Dîner en Blanc: il glam da gustare

Pronti per il flash mob più chic ed elegante della città?

Il 3 luglio torna a Milano la Cena in Bianco, un dîner en plein air, un sofisticatissimo picnic in compagnia di amici e sconosciuti, in cui a farla da padrone è il colore più puro che ci sia.

Il luogo e l’ora saranno svelati solo 24 ore prima – come in ogni flash mob che si rispetti. Basta tenersi aggiornati sulla pagina facebook degli organizzatori.
Tanto per capirci, nelle edizioni precedenti ci si era ritrovati in posti meravigliosi come l’Arco della Pace e Piazza XXV Aprile.

Il vantaggio in più? Per questa serata splendida non si spenderà neppure un euro e potremo avere tutto ciò che desideriamo: quello che ci serve, ce lo portiamo da casa!
Serve solo un po’ di organizzazione.

20140627-133614-48974180.jpg
1. Pensiamo a noi stessi, prima di tutto. Look assolutamente total white, elegante e dal tocco – se possibile – retrò: un semplice abito bianco, con gli accessori giusti, riuscirà a farci sentire a nostro agio.

2. Tavolo e sedie – anche quelli da campeggio andranno benone. Altrimenti ok quelli pieghevoli (se poi volete portare il vostro tavolo in marmo di Carrara, liberissimi di farlo).

3. Tovaglie e stoviglie, due le regole: assolutamente in bianco e niente plasticume. L’eleganza prima di tutto!
Tovaglia e tovaglioli in cotone o altra fibra naturale. Da abolire pure piatti, posate e bicchieri di plastica: ognuno potrebbe portarsi i propri “veri” da casa!

4. Food&Beverage: tutti portino qualcosa da mangiare. Il menù lo scegliamo noi, basta che il cibo sia ottimo da mangiare freddo e che non sia a rischio macchia. Un po’ di vino – bianco – in una borsa termica non può certo mancare.

5. I dettagli che contano. Non dimentichiamoci le candele! Oltre a dare un tocco estremamente affascinante alla cena, sono indispensabili per quando farà buio. Tutto il resto è a nostra discrezione: candidi palloncini o ricchi centrotavola, lasciamo spazio alla nostra fantasia. O al tema della serata: essere opera d’arte. (Qui maggiori info).

PS per trasportare il tutto, anche il poco elegante carrello della spesa della nonna andrà bene.

6. La cosa più importante. Buona educazione e voglia di divertirsi e stare bene in compagnia.
Quando poi lasceremo il luogo della cena, portiamoci tutto, ma proprio tutto con noi.

Come se non ci fossimo mai stati.

Dinner in White: the most ‘chic’ flash mob is coming to town!
Get ready to have dinner under the stars on July 3. The rules are simple: dress in all white, pack a picnic dinner, and be ready for a night of glitz and glamour. Place and time will be comunicated few hours before the event on this facebook page.
Stay tuned.

Annunci

Mfw 2014: beauty, elegance and more

Finalmente un’edizione – quasi – baciata dal sole! E Milano si anima di persone straordinarie, elegantemente vestite che si aggirano per strada a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Con la Milano Fashion Week si torna a sognare e anche ai comuni mortali é permesso, almeno fino al 24 febbraio, sentirsi dei veri VIP.

Un po’ meno, a dire la veritá, rispetto agli anni scorsi, dove si usciva di casa e, tra San Babila e Cordusio, ci si rifaceva trucco, parrucco e pure le unghie.
Ora é rimasta solo Testanera che nel suo Styling Cube in piazza Mercanti, risistema la zazzera, con mooolta calma e gratis,a chiunque lo voglia. Mi raccomando, capelli pulitissimi (si fa solo styling, non anche lavaggio), tanta pazienza e… fatevi dare il vostro numero, così saprete quando é il vostro turno!

20140221-171543.jpg
A questo punto, belle come non mai – gli hairstylist sono davvero eccezionali – andiamo a cercare i promoter di Tu Style che si aggirano tra corso Vittorio Emanuele e Cordusio, per farci scattare una foto che finirá su una copertina virtuale della rivista. Parteciperemo cosí al concorso Tu Stile FashionWall, riceveremo in omaggio una copia della rivista e potremo condividere sui social la nostra foto da VIP.

I veri fashion addicted, giá sanno che alla MFW 2014 ci saranno 64 sfilate, a cui si sommano 72 presentazioni ed eventi collaterali per un totale di 143 collezioni. Il fulcro dei festeggiamenti é il Fashion Hub di palazzo Giureconsulti, il palazzo Clerici e il Palazzo della Regione.

Potremmo correre da una parte all’altra della cittá, con il rischio di non poter accedere a tutti gli eventi (anche se, spacciandoci per fashionblogger, dopo molta, molta insistenza spesso si riesce a entrare). Oppure osservare le sfilate dai maxischermi in via Mercanti, piazza Cordusio, via Croce Rossa, piazza San Babila e corso Como.

Piú comodo ancora seguire la diretta streaming delle sfilate comodamente da casa: basta andare sul sito della Camera della Moda.

La soluzione piú smart? É anche la novitá di quest’anno! Scaricare la app di Vogue Italia per essere aggiornati su tutto quello che succede alla MFW e selezionare gli eventi che piú ci interessano.
Cosí ci possiamo andare di persona: in questa cittá, le social relations sono tutto!

20140221-172635.jpg